BONUS ASILO NIDO

AGEVOLAZIONI PER LA FREQUENZA DI ASILI NIDO PUBBLICI E PRIVATI

Il Bonus Asilo nido è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2017 (Legge 232/2016, art. 1 c. 355) e disciplinato con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 febbraio 2017. Si tratta di una misura di sostegno del reddito delle famiglie che prevede, per i figli nati dal 1° gennaio 2016, l’erogazione di un contributo massimo di 1.000 euro per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.
Il Bonus, su disposizione della Legge di Bilancio 2019 (Legge 145/2018, art. 1 c. 488) sale a 1.500 euro annui per il 2019, il 2020 e il 2021. Dal 2022 è determinato, in non meno di 1.000 euro annui, con DPCM da adottare entro il 30 settembre 2021.
Il beneficio è corrisposto direttamente dall’INPS su domanda del genitore ed è riconosciuto nel limite massimo di 144 milioni di euro per l’anno 2017, 250 milioni di euro per l’anno 20018, 300 milioni per l’anno 2019 e 330 milioni a decorrere dal 2020.

RISORSE

DOCUMENTI E LINK UTILI:

Ultimo aggiornamento al 23 ottobre 2018

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all’utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy.